annette-palmieri-about-me

Il mio sogno nel cassetto da bambina: avere una mia foto stampata su una confezione di latte, esattamente come nei film americani. Crescendo ho capito che perché ciò si avverasse avrei dovuto trasferirmi in America e farmi rapire, ma la cosa avrebbe comportato uno sforzo economico troppo elevato per la mia famiglia. Nel frattempo imparai a leggere e mi dedicai a “il mio primo dizionario”, da qui la mia ossessione: le parole.

Alle elementari costringevo mia madre a rileggere fino a tardi i compiti per assicurarmi che non ci fossero i miei nemici giurati: i refusi. Passavo i miei pomeriggi scrivendo, utilizzando qualsiasi supporto a mia disposizione (incluse le persone che mi circondavano). Fortunatamente sono poi approdata alla tastiera ed ho iniziato a riversare tutte le parole che già allora avevo in testa in un contenitore digitale.

Da allora di cose ne sono successe e ne ho approfittato per mettere ordine nel grande caos di conoscenze che avevo in testa.

 Dopo qualche esperienza nel mondo dell’IT ho compreso che il mio amore per la scrittura, il marketing ed i social media non poteva essere represso. E questo mi ha portata ad essere quella che sono oggi: una persona che passa le giornate a mettere in fila le parole. 

Amo: la tecnologia, il mio gatto, la cucina, i fiori, i treni, la lettura, il cinema, Twitter, gli elenchi. Sono una persona logorroica, riflessiva, pratica, precisa. Sono un po’ Lucy Van Pelt.

Cosa so fare

Beh ecco, la verità è che non sono bravissima in tutto. Probabilmente la lista delle cose che non so fare è infinitamente più lunga di quella delle cose che so fare. Però magari potremmo metterci in contatto e migliorare insieme! Ad esempio, tu potresti insegnarmi a camminare e bere contemporaneamente e io potrei fare una di queste cose per te.

skills

Se ti va, puoi leggermi anche su:

Inside Marketing, magazine su cui parlo di digital marketing, startup, social media. Qui ho la fortuna di non essere mai censurata e di poter esprimere le mie opinioni;

Io Viaggio, un blog dedicato ai viaggi e alle arti culinarie che puoi assaggiare in giro per il mondo. Qui ti parlo dei posti che ho visitato e in cui andrei ancora se potessi ripartire. 

Seochef, il blog della web agency napoletana specializzata in SEO & Web Marketing per eCommerce. Con loro ho la fortuna di collaborare e di poter scrivere qualsiasi cosa mi venga in mente.

Inbound Strategies, il primo evento in Italia dedicato all’Inbound Marketing ha una sezione dedicata all news di settore e a tips da seguire per realizzare una strategia efficiente. A scriverne sono io e qui ho trovato ottima compagnia.

A proposito dei miei gatti

Milo, trovato nel garage di casa a 2 mesi, occhioni dolcissimi, mammone. Lui è parte integrante della mia vita quindi inevitabilmente è parte integrante del mio progetto. Sostanzialmente la sua vita è stata semplice: dal momento in cui ha trovato una persona che è letteralmente crollata di fronte al suo sguardo, alle sue fusa, al suo essere così geloso ed ossessivo, ha avuto una casa tutta per sé (si, davvero, proprio tutta perché io ho perso potere anche rispetto al plaid da mettere sul divano).

Woody, arrivato come un fulmine nella mia vita. Un’infanzia dura, cresciuta senza mamma e senza papà, accudito per i primi mesi da una persona che lo ha raccolto per strada. Da quando i nostri sguardi si sono incrociati abbiamo iniziato a non poter fare a meno l’uno dell’altra. Esattamente come me: combinaguai, pasticcione, imbranato, fifone. Ma alla fine ha una gran voglia di amare e di essere amato.

Non riesco ad immaginare le mie giornate senza la sua costante presenza sulla tastiera del mio computer. Lo ritengo un valido assistente nei momenti in cui ho la crisi da pagina bianca.

skillsgatto

Spesso in loro trovo l’ispirazione. Hai presente quando non sai proprio cosa scrivere? Immagina di poter prendere in braccio dei gatti grassi e morbidi, poterli coccolare per tutto il tempo che vuoi, rimettere i pensieri in pace e tornare tranquilla davanti alla pagina che dopo poco prenderà forma grazie alle parole.

E anche loro sanno fare delle cose, molte più di me!

 Miao amici!