Hai avviato un’attività online e vuoi fare email marketing? Il primo passo da fare è far crescere la tua mailing list!

Se non l’hai ancora notato, online ci sono tantissime informazioni su come far crescere la mailing list per avviare un’attività di email marketing di successo. E mentre sei preso ad imparare tutte queste strategie che ti sembrano super utili, nessuno ti fornisce un vero piano di azione, specialmente se stai partendo da zero (il che può dare al tutto un tocco di disperazione in più). Probabilmente adesso sarai alle prese con una delle tante strategie di cui hai letto, ma nessuna di queste sta realmente performando bene per la tua attività. Cosa fare? Se non utilizzi una strategia adatta al tuo target e allo stadio del funnel in cui si trova, tutte le fantastiche attività che hai ipotizzato non ti serviranno a nulla perché non è qualcosa che è stato progettato su misura per te e per il tuo business, capito?

Per questa ragione oggi condividerò con te un piccolo piano di azione per realizzare passo-passo delle mailing list anche se stai partendo da zero. Guardando indietro, questo è quello che farei se dovessi iniziare adesso a raccogliere nuovi contatti, o se dovessi avviare un’attività da zero.

Step 1: crea un sito sexy che converta

No, non hai bisogno del sito web più splendido e personalizzato del mondo. Puoi facilmente impostare un sito professionale comprando un tema di WordPress per pochi euro. Questa non è un’attività che ti deve portare via chissà quanti mesi di lavoro. E credimi, ho visto un sacco di imprenditori che, spensierati, trascorrono mesi solo su questa parte, senza prestare attenzione a tutto quello che viene dopo, come la creazione dei contenuti.

Quindi affidati ad un professionista, regalati un fine settimana e lascia che lui possa lavorare; è sempre possibile tornare indietro e correggere qualcosa che non ti piace anche quando il progetto è in sviluppo. Più che creare un sito web “grazioso” o “professionale”, devi creare un sito con dei contenuti accattivanti e che ti permetta di far crescere la tua mailing list. Ecco una lista delle cose che ti servono per raggiungere questo obiettivo:

Avere un modulo di opt-in above the fold

“Above The Fold” è tutto ciò che un utente vede prima di scorrere verso il basso sul tuo sito (che è considerato “below the fold”). Con questa semplice implementazione, il numero di persone che si iscrivono alla tua mailing list potrebbe duplicarsi in men che non si dica! Un esempio di plugin che potresti utilizzare per fare questa operazione è Sumo, che offre una simile funzionalità.

Includi altri moduli opt-in all’interno del tuo sito

Avete mai sentito parlare della regola del 7? Beh, si dice che qualcuno prima di notare qualcosa debba vederla per sette volte. L’errore che molte persone fanno è quello di includere solo una o due forme di opt-in sul sito (spesso nella barra laterale, che è facile da perdere). Qui ci sono le forme di opt-in tra cui puoi scegliere:

  • Above the Fold/ Header;
  • Menù di navigazione;
  • Sotto tutti i post del blog;
  • All’interno di molti post di blog;
  • Nella barra laterale;
  • Popup;

Uno strumento che puoi utilizzare è LeadBox in quanto rende molto facile aggiungere i moduli opt-in ovunque tu voglia.

Tutto questo ti serve per fare in modo che quando andrai a lavorare sui passaggi successivi e inizierai a portare persone al sito, avrai già delle pagine di atterraggio ben predisposte per accogliere le conversioni che arriveranno.

Step 2: dai un incentivo per l’iscrizione alla tua mailing list

Un incentivo per l’iscrizione è esattamente quello che ti serve. Offrire qualcosa è vincente perché dà al tuo lettore un valore aggiunto e aiuta ad aumentare il numero di iscritti alla tua newsletter. Gli incentivi  sono stati il mio pane e burro per aumentare la mia mailing list. Ecco alcuni esempi di cose che potresti offrire:

  • Worksheets;
  • Spreadsheet;
  • Materiale da stampare;
  • Un mini corso gratuito;
  • Webinar o registrazione audio;
  • E-book;
  • Una libreria di risorse gratuite.

Ognuno degli incentivi che ti ho indicato è stato progettato per offrire un valore aggiunto e gratuito al pubblico. Tipicamente creo due tipi di incentivi:

  1. Incentivi che non sono collegati a un particolare contenuto. Queste sono di solito cose più impegnative come un corso gratuito, anche se possono essere condivise ovunque sul tuo sito per dare valore aggiunto al tuo pubblico.
  2. Incentivi che sono legati a un particolare contenuto, come un post sul blog. Ad esempio, puoi scegliere di regalare un modello di piano editoriale scaricabile tramite la condivisione di un post blog.

La mia raccomandazione  è quella di creare entrambi i tipi di incentivi. In particolare, puoi provare a creare degli incentivi da inserire in particolari post blog che il tuo pubblico ha gradito maggiormente.

Ecco un mio post blog in cui ho lasciato un incentivo all’iscrizione: Come fare email marketing con Mailchimp + eBook.

La ragione per cui creiamo questi incentivi è che, una volta arrivate le persone sul tuo sito, vuoi che abbiano un buon motivo per iscriversi.

Step 3: usa la SEO per portare traffico organico al tuo sito

SEO è un termine con cui chiunque ha un business deve avere familiarità. Non importa in quale settore ti stai muovendo o quali prodotti e servizi stai vendendo: devi attrezzarti per farla bene. Sono sicura che hai sentito parlare di Google: questo motore di ricerca classifica i contenuti basandosi su quanto sono rilevanti e utili in base alla ricerca dell’utente. Quindi, quando cerchi “come cuocere il salmone” su Google, visualizzi tonnellate di ricette e suggerimenti sulla cottura del salmone. Magia? No, SEO.

Il tuo obiettivo con la SEO è quello di essere nella prima pagina di Google quando qualcuno cerca qualcosa di pertinente rispetto al tuo business. Quindi, come si fa? Beh, c’è da dire che si tratta di una materia molto complessa, ma è fondamentale imparare a scrivere bene i tuoi contenuti per far sì che inizino a scalare la serp; in poche parole, usa le parole chiave.

Una parola chiave è una parola o una frase che qualcuno scrive per cercare una risposta ad un problema, che potresti fornire all’interno del tuo post blog.

Potrebbe interessarti anche: integrare l’analisi dei dati per una content strategy di successo.

Una volta individuata la tua parola chiave, ci sono diversi posti in cui devi metterla:

  • titolo del tuo post;
  • più volte all’interno dell’articolo senza esagerare;
  • nell’URL;
  • nell’attributo dell’immagine.

Tutto questo nuovo traffico che otterrai, combinato con i tuoi moduli opt-in e il design del tuo sito che punta alla conversione, ti aiuteranno ad aumentare le conversioni (in questo caso ad aumentare gli iscritti alla tua mailing list). Tieni presente che con la SEO non vedrai risultati da un giorno all’altro, ma non esiste una soluzione rapida per il successo.

come far crescere la mailing listStep 4: creare dei contenuti consistenti

Al punto 2 ti ho consigliato di creare degli incentivi per spingere le persone ad iscriversi alla mailing list, ma non puoi fermarti qui e farlo solo una volta. Devi continuamente offrire qualcosa all’interno dei tuoi post quindi pianifica ad esempio di fare questa attività una volta al mese. Puoi sicuramente fare di più, ma se stai partendo da zero questo è un buon compromesso. Una cosa che puoi fare è dare un tema ai tuoi contenuti ogni mese, così le persone saranno incuriosite e verranno a dare un’occhiata.

Da lì potresti facilmente creare un incentivo ogni mese e condividerlo in tutti i tuoi contenuti che pubblicherai quel mese.

Step 5: crea dei contenuti irresistibili per le tue newsletter

Adesso, per ricollegare tutto questo al tema dell’email marketing, non puoi raccogliere contatti all’interno della mailing list e poi abbandonarli a loro stessi. Sono abbastanza sicura che non avevi intenzione di farlo, giusto?

Potrebbe interessarti anche: Come e perché strutturare una Welcome Email.

Gli iscritti alla tua mailing list sono i tuoi fan più accaniti e si preoccupano di quello che stai pubblicando online; dare il proprio indirizzo di posta elettronica a qualcuno è un po’ come dare il proprio numero di telefono a qualcuno che conosci da poco. Quindi, mostra loro che ti interessa creare dei contenuti che rappresentino qualcosa di davvero utile. Ogni volta che crei qualcosa di nuovo, invialo prima a loro per farli sentire importanti! Che sia una storia da raccontare oppure qualcosa che vuoi rendere scaricabile in maniera gratuita, fai in modo che loro possano accedervi per primi.

 

E continua a condividere strategie e informazioni importanti con la tua lista di contatti, anche molto tempo dopo l’iscrizione. Facendo questo, non solo i tuoi iscritti saranno felici (e fidelizzati), ma li spingerai ad incoraggiarti silenziosamente a a condividere il tuo lavoro con i loro amici.

Certamente, ci sono altre cose che puoi fare per aumentare gli iscritti alla tua mailing list come delle campagne promozionali o l’acquisto di database con contatti profilati, ma non c’è nulla di meglio che un’iscrizione spontanea, fidati!