Ti è mai capitato di scorrere il feed di Instagram e di vedere un’immagine che cattura la tua attenzione impedendoti di andare avanti? So che ti è successo molte volte, perché capita spesso anche a me. A volte un’immagine richiede una piccola pausa prima di essere apprezzata a pieno in tutta la sua bellezza, oppure richiede un momento per apprezzare quanto sia incredibilmente unica. Più volte a me è successo, soprattutto quando vedo immagini che mostrano paesaggi su cui inizio immediatamente a fantasticare. Non è un caso che molti enti del turismo stiano puntando tutto sulle fotografie scattate su Instagram. La popolarità di Instagram in ambito business è ormai indiscussa, così come nel settore turistico.

Fermati un attimo a pensare, quante località hanno un account Instagram dedicato? In alcuni casi queste hanno anche centinaia di migliaia di follower! Questi ultimi sono in grado di convincere le persone a spendere soldi e a visitare il luogo più di quanto possa fare un post finto studiato ad hoc dal brand. Il settore turistico ha dunque imparato ad utilizzare Instagram per la crescita del business e per aumentare l’awareness. Ma cosa ha veramente permesso a tante aziende turistiche di raggiungere il successo? Ho dato un’occhiata ad un bel po’ di account ufficiali del settore, con destinazioni che vanno dalla Germania all’Australia fino al South Dakota. Da questa piccola osservazione sono riuscita a raccogliere otto suggerimenti su come utilizzare Instagram per il business turistico.

1. Mantenere il design delle immagini coerente

Vuoi sapere qual è uno dei problemi più gravi che ho notato? No, la risposta non riguarda l’uso degli hashtag. Molti marketers tendono a non dare uno stile alle immagini pubblicate e per questa ragione i feed sembrano un’accozzaglia confusa di immagini. Il tuo Instagram è la presentazione fotografica del tuo brand, dovrebbe trasmettere i tuoi valori e rappresentare le tue idee. Quindi, se puoi, ascolta un consiglio: la vita o la morte del tuo account Instagram dipende dalla tua coerenza stilistica.

Non solo le immagini devono essere coerenti, ma anche la sensazione e l’umore che vuoi trasmettere. Uno dei migliori esempi di immagini coerenti che ho visto è nell’account turistico della Nuova Zelanda. Dai un’occhiata ad alcuni esempi dei loro post qui di seguito per capire di cosa sto parlando:

Instagram per il businessCapisci quello che intendo adesso? In ciascuno dei loro post sono in grado di creare una sensazione di vastità, la Nuova Zelanda viene comunicata come una terra tutta da esplorare. Anche con la mancanza di persone nelle foto, sono in grado di far passare il messaggio che si potrebbe vedere questa immagine in prima persona. E inoltre, mostrano che la Nuova Zelanda è una terra incredibilmente bella. Questa coerenza li ha aiutati a guadagnare 557k follower su Instagram. Ma cosa succede se si vuole pubblicare immagini che non ritraggono paesaggi? Ecco un altro approccio che ha funzionato veramente bene:

instagram per il settore turisticoCreare una serie di immagini che hanno uno stile o un filtro particolare. Ad esempio, l’account Tourism Ireland riporta regolarmente foto che utilizzano uno schema che ha come base il colore verde. Non solo il colore verde mostra gli aspetti naturali e pacifici del paesaggio del paese, ma è anche il colore nazionale!

2. Utilizzare immagini ad alta risoluzione

Un’altra cosa che riesce a ottenere maggiore engagement è quella di scegliere immagini di alta qualità e ad alta risoluzione. Sembra abbastanza ovvio, vero? L’utilizzo di immagini di alta qualità è estremamente importante, in quanto Instagram comprime al massimo le tue immagini prima della pubblicazione. Le dimensioni ottimali sono 1080×1080 pixel per ottenere il massimo.

come realizzare immagini ad alta risoluzione su instagramQuesta foto è stata scattata da @travisburkephotography e riportata sull’account di Indonesia.Travel: è incredibilmente bella e mostra lo spirito di viaggio o di avventura che il loro brand sta cercando di comunicare. Inoltre, c’è stato un dibattito circa la forma dell’immagine: quelle quadrate influenzano maggiormente l’engagement su Instagram? Secondo me, non importa. Alcune persone possono insistere sul fatto che una forma è migliore delle altre ma basandoci su alcuni esempi celebri, non vedo davvero come possa essere importante. Utilizza semplicemente l’opzione che rende migliore la tua foto.

3. Non pubblicare troppi post in un solo giorno

Con l’aggiornamento dell’algoritmo di Instagram non conta più quando e quanto posti sul feed di Instagram. I follower che interagiscono di più con i tuoi contenuti sono quelli che vedranno le immagini che pubblichi. Ciò significa che non dovresti pubblicare troppe foto perché i tuoi follower potrebbero presto stancarsi di te. La pratica più utilizzata è quella di pubblicare un post al giorno. L’importante è che dal tuo account arrivi un flusso costante di immagini per tutta la settimana. Che sia una volta al giorno o poche volte la settimana, il posting costante è altrettanto importante quanto il numero di post.

4. Condividere i contenuti dei follower sul proprio account ufficiale

Realizzare ogni settimana dei contenuti unici rappresenta una grande sfida. Fortunatamente gli utenti possono aiutarci in questo arduo compito grazie ai contenuti che generano spontaneamente sui loro feed. Hai mai pensato di chiedere ai tuoi follower di scattarsi una foto in cui mostrano il tuo prodotto o servizio? Oppure potresti pensare a qualcosa di più complesso, come l’organizzazione di un concorso fotografico.

Questo approccio è ottimo se stai cercando realmente di aumentare il tuo seguito e mantenerlo attivo a lungo termine. Si sta dando al fotografo che è in ognuno di noi l’opportunità di mostrare la propria immagine e, in cambio, si mostra quel contenuti ad un numero di persone ancora maggiore con una ricondivisione. È una situazione win-win!

In tema di viaggi in Francia, dall’account ufficiale di Visit France hanno chiesto agli utenti di contrassegnare le immagini con un hashtag, ad esempio #TravelFrance. L’account Visit France utilizza quasi esclusivamente i contenuti dei follower ed ha un grande successo.

Potrebbe interessarti anche: Come aumentare l’engagement con il Visual Storytelling

5. Incoraggia le interazioni tramite i commenti

Se l’interazione con gli utenti attraverso i commenti e i messaggi privati non è già una parte della tua strategia su Instagram, dovrebbe assolutamente diventarlo perché in questo mondo governato dagli algoritmi, queste interazioni potrebbero anche determinare chi vede i tuoi post. Interagire con gli utenti che commentano mostra innanzitutto che a gestire la pagina del brand c’è una persona reale e che quindi dietro l’azienda ci sono delle personalità reali. Se poi hai deciso di condividere una foto di un tuo follower, potresti anche taggarlo per spingerlo ad intervenire nella conversazione che si sta creando. Inoltre, ti svelo un piccolo segreto: Instagram è infestato di bot che commentano, ma questi lo fanno con una semplice frase o una emoticon utilizzando degli hashtag specifici. Se sei su Instagram da molto tempo sicuramente ci avrai fatto caso!

Utilizzare i bot potrebbe causare disattenzione da parte degli utenti che vorrebbero commentare e inoltre una tua risposta diventerebbe del tutto inutile perché non genera una conversazione.

6. Non seguire i cliché!

So che pubblicare i meme che spopolano sul web potrebbe essere molto allettante, ma ti assicuro che spesso è del tutto inutile. O peggio ancora, gli utenti potrebbero provare della pietà per questo povero brand che cerca di catturare la loro attenzione con dei contenuti totalmente inutili. Sì, se vendi frutta e si sta parlando del processo a Berlusconi la tua opinione potrebbe non essere necessaria. Non guardare al fatto che tanti lo fanno, gli altri non sono te e la tua azienda. Quindi va bene guardare i meme, ma magari tienili per te e per farti due risate con gli amici.

Invece crea e coltiva un tuo tono di voce da trasmettere con tutte le tue foto, come ha fatto il Dipartimento degli Interni dell’Ungheria:

come usare instagram nel settore turisticoIn ciascuno dei loro post mostrano immagini provenienti dai Parchi Nazionali che fanno sembrare magnifico il loro Stato. E quando li segui sai che continueranno a regalarti queste immagini sognanti per un tempo indefinito.

7. Pubblicare contenuti rilevanti

Assicurarsi che i propri contenuti siano rilevanti rispetto al proprio target e al proprio obiettivo di business dovrebbe essere la prima cosa a cui prestare attenzione. Le foto rilevanti sono quelle che sono in sintonia con il mondo che ti circonda e gli eventi nella tua nicchia. Ciò potrebbe significare tenere d’occhio le vacanze, le stagioni, le notizie o le giornate importanti per la tua audience. Ma ricorda, nessun meme! Ancora una volta, ciò dimostra che una persona reale sta gestendo l’account.

8. Usare gli Influencers giusti

Gli Influencer sono generalmente persone ben note nella tua nicchia e che hanno un grande seguito. Ma non è tutto ciò che c’è da sapere. Molte persone cadono nella trappola dei follower e soprattutto pensano che qualsiasi persona con un grande seguito possa fare bene ad un brand. Mi dispiace, ma anche per questa cosa devo dirti che non è così.

Invece di scegliere semplicemente un influencer popolare, deve essere il giusto influencer. L’influencer sbagliato farà sì che i tuoi sforzi siano ignorati e che una tonnellata di lavoro verrà sprecata. Cos’è che fa di un influencer il giusto influencer? Beh, non è una scienza esatta. Ma ci sono alcune caratteristiche che ti aiuteranno a identificare quello giusto per il tuo brand:

  • in primo luogo, dovrebbero avere un seguito che si sovrappone con il tuo seguito in qualche modo;
  • successivamente, le foto che pubblicano dovrebbero apparire come naturali sul tuo account;
  • infine, dovrebbero essere rispettati nel loro campo.

Basta ricordare che qualcuno che ha una tonnellata di follower non è necessariamente l’influencer perfetto.