L’engagement su Twitter è come una discussione a un cocktail party. Tutti vogliamo un pubblico e tutti cerchiamo di fornire messaggi e contenuti preziosi per permettere alle persone di entrare nella conversazione

I contenuti convincenti e pertinenti ti aiutano ad attirare più clienti sul tuo sito web e a creare engagement con il tuo brand; la possibilità che i tuoi follower rispondano ai tweet dipende proprio dal grado di utilità che possono ricavare dai contenuti proposti. Questo ci porta alla necessità di avere una strategia di marketing anche per Twitter. Dalla generazione dei contenuti, fino alla loro promozione, ci sono tante cose che potresti fare per assicurarti che la tua content strategy su Twitter funzioni.

Questa piccola guida ti mostrerà che Twitter può essere uno strumento vitale per la tua content strategy, che ti permetterà di creare più engagement per raggiungere i tuoi obiettivi di marketing.

8 step per incorporare Twitter nella tua content strategy

Fase # 1: impostare gli obiettivi per le attività di Twitter Marketing

È importante decidere cosa vuoi raggiungere prima di pianificare la tua strategia. Se desideri aumentare il traffico a partire dal tuo contenuto, gli obiettivi dovrebbero includere alcuni di questi elementi:

  • generare lead a partire da Twitter, facendo visitare ai tuoi follower una landing page;
  • creare consapevolezza su un prodotto o servizio usando Twitter per raggiungere prospect rilevanti;
  • creare un sentiment positivo intorno al tuo brand, suoi prodotti o servizi, utilizzando Twitter anche come strumento per fare PR;
  • costruire una community di persone che condividono le stesse idee;
  • fornire assistenza ai clienti attraverso dei contenuti preziosi e conversazioni one-to-one che aiutano i clienti a sfruttare al meglio i tuoi prodotti o servizi;
  • costruire la leadership di pensiero, contattare gli influencer del settore e persone che condividono la tua mission.

Fase # 2: decidere dove Twitter si inserisce nella tua content strategy

Twitter può fare molte cose per la tua content strategy, devi solo assicurarti di definirle per bene. Il tuo piano per Twitter avrà la propria identità all’interno della strategia, ad esempio alcune cose che la tua Twitter strategy potrebbe voler raggiungere nell’implementazione di un piano sono:

  • Traffico: puoi utilizzare Twitter per portare traffico al tuo blog e utilizzare link diretti ai post e alle landing page;
  • Conversioni: potresti utilizzare Twitter per la messaggistica integrata, dove stai chiedendo una certa azione, ad esempio una firma, un abbonamento o un’iscrizione;
  • Vendite: qualsiasi tipo di contenuto, sia video, immagine o blog, ha un solo motivo di esistere: aumentare le vendite.

Fase # 3: identifica la tua target audience su Twitter

Targettizzare il pubblico su Twitter è un compito non semplicissimo, ma sarà cruciale per il successo. Ci sono tanti modi per capire come muoversi e raggiungere dei follower mirati per la promozione dei contenuti.

Costruisci delle liste per diversi segmenti all’interno della tua target audience, ad esempio. In questo modo potrai tenere traccia di chi ti ama e chi ti odia. Ecco alcuni esempi per creare degli elenchi mirati di persone da coinvolgere:

  • cerca parole chiave in bios: utilizza uno strumento come SocialBro (a pagamento) o Followerwonk (gratuito) per cercare utenti inserendo delle parole chiave. Potresti anche cercare gli utenti in base alla loro posizione geografica.
  • Guarda gli hashtag: utilizza gli hashtag pertinenti al tuo settore e sfoglia lo stream per trovare altri utenti che li usano.
  • Segui gli utenti e coinvolgili: usa dei tool come Hootsuite oppure Tweetdeck per importare le liste di Twitter nelle dashboard in modo da poter seguire più facilmente gli utenti e creare delle relazioni forti.

Fase # 4: determina il momento migliore per twittare

Ovviamente non tutti sono online ogni giorno ad ogni ora. Devi capire quando i tuoi seguaci sono online. Alcune variabili da considerare sono dove si trova, se i tuoi follower sono su Twitter durante il giorno o la notte. Ecco come è possibile determinare i momenti migliori per ottenere il massimo dai tuoi tweet:

  • SocialBro: analizza le linee temporali dei tuoi seguaci e genera un rapporto che ti mostrerà quando dovresti twittare per raggiungerli.
  • Hootsuite Autoschedule: se usi Hootsuite, questa funzionalità saprà già in quali orari del giorno i tuoi tweet coinvolgono di più.
  • Tweriod: eseguirà un’analisi sui tuoi seguaci e ti mostra quando sono in linea, così come i momenti migliori per twittare. È possibile anche importare tali tempi nel programma Buffer.

Come integrare Twitter nella tua content Strategy

Fase # 5: pianifica quali contenuti pubblicare

Per i produttori di contenuti, Twitter è una miniera d’oro in fatto di ispirazione. Se hai bisogno di idee per il tuo prossimo blog post o per il tuo prossimo ebook prova una di queste strategie:

  • inserisci le parole chiave: inserisci le parole chiave più rilevanti nel tuo settore e controlla cosa si sta dicendo. Ci potrebbero essere numerose discussioni, articoli, annunci di eventi. Questi contenuti vi diranno chi sono i destinatari del vostro contenuto e quali influencer ne stanno parlando.
  • Segui la tua rete: i tuoi seguaci stanno twittando sul tuo settore e potrebbero darti alcune idee preziose. Ad esempio, se vedi che le persone fanno molte domande su un determinato prodotto o servizio, potresti scrivere un tutorial.
  • Osservare i punti di dolore: i tuoi prospect fanno domande perché hanno dei problemi. Potrebbero essere su Twitter proprio per trovare una soluzione. Cerca sempre di intercettali per rispondere alle loro domande.

Fase # 6: monitorare i tweet dei tuoi concorrenti

Twitter è uno dei social più popolari per i brand per la facilità con cui si può vedere cosa sta facendo la concorrenza. Basta monitorare i loro account per capire su cosa stanno lavorando.

  • Segui i competitor: non è neppure tecnicamente necessario seguirli. Crea un elenco privato che sarà visibile solo a te. Aggiungi i tuoi concorrenti. Potresti anche includere tutti i dipendenti se il concorrente ha più di un account principale.
  • Monitora il tasso di engagement: conosci cosa le persone stanno dicendo sui tuoi competitor? E sai loro cosa stanno rispondendo?
  • Guarda gli articoli che condividono: se i concorrenti stanno creando tanti contenuti, questo ti aiuterà a vedere cosa stanno commercializzando e come viene ricevuto dal loro pubblico.

Fase # 7: scegli i contenuti da condividere

Devi condividere una varietà di contenuti su Twitter e non solo testo. La rete supporta molti formati multimediali diversi che possono essere incorporati proprio nel tuo tweet, tra cui:

  • testo: questo breve, dolce e semplice tipo di tweet è ottimo per gli aggiornamenti, le notizie, i fatti rapidi e le domande dei tuoi interlocutori.
  • Foto: Migliora il tuo messaggio con un’immagine che dia impatto al tuo tweet. Le foto si distinguono di più, ottenendo più impression ed engagement sul tuo contenuto.
  • Video: se una foto vale più di mille parole, un video parlerà a milioni. I video, se integrati nel tuo messaggio, potrebbero fare miracoli per mettere il tuo contenuto davanti agli occhi del pubblico giusto. Inserisci video brevi ma informativi e divertenti per i tuoi follower.
  • Link: se hai un contenuto prezioso che vive altrove e non può essere incorporato, pubblica regolarmente un link. Aggiungi un hashtag per aumentare la sua portata e dare un’idea chiara di ciò a cui porta.

Fase # 8: promuovere i contenuti

Se Twitter viene utilizzato bene, può portare tonnellate di traffico al tuo sito web. Tuttavia, twittare semplicemente il titolo del blog post con un link al tuo sito web ogni volta non funziona. Devi essere creativo quando crei tweet per promuovere i tuoi post i video e altri contenuti. Ecco alcuni modi per ottenere più clic sui tuoi tweet:

  • brevità: i tweet che hanno 100 caratteri o meno tendono ad ottenere conversioni più alte. Quando stai promuovendo un link, basta scrivere una breve intro per fare in modo che il lettore sappia cosa aspettarsi.
  • Cita il tuo post: prova a utilizzare un teaser dal tuo post. Il contenuto deve essere preciso e dare una buona idea di ciò che il post tratta.
  • Includi statistiche: gli utenti amano i fatti e le figure. Utilizza statistiche che supportano gli argomenti che stai trattando nei tuoi contenuti. Questo aggiunge validità alle tue idee.
  • Sfrutta gli #hashtag: sono un ottimo modo per raggiungere gli utenti del tuo settore che non ti seguono (ancora). È inoltre possibile utilizzare hashtag brandizzati e incoraggiare gli altri ad usarlo a loro volta.
  • Utilizza le @mentions: se il tuo post menziona pubblicazioni, influencer del settore, assicurati di farlo anche al momento della promozione su Twitter. Saranno lusingati e c’è una buona probabilità che lo condividano, per cui raggiungerai il loro intero pubblico.
  • Chiedi una condivisione: questa è una buona pratica per far sì che i tuoi tweet vengano retwittati.
  • Promuovi i tuoi tweet: desideri un’esposizione ancora maggiore di quella che stai ottenendo? I tweet sponsorizzati ti daranno buoni risultati con un piccolo investimento. Sono facili da creare e possono portare tanto traffico.

Come vedi Twitter è una vera forza della natura per ogni fase della tua content strategy. C’è una ragione se così tante aziende decidono di investire su questo canale social, non trovi? Puoi usare i miei suggerimenti per implementare Twitter come strumento della tua strategia per aumentare le possibilità di raggiungere il tuo obiettivo di marketing.