Dall’informazione alla persuasione, impara ad integrare una strategia di Visual Storytelling per aumentare l’engagement dei tuoi contenuti

Le ricerche indicano che un utente visualizza circa tremila messaggi promozionali in una settimana. Questo dato è un po’ schiacciante, soprattutto se consideriamo il fatto che il tuo obiettivo è quello di distinguerti dagli altri duemilanovecentonovantanove messaggi che un utente riceve. Ammettiamolo: i tuoi clienti sono troppo impegnati e molto probabilmente non ti dedicheranno attenzione. Per distinguersi è necessario uscire dagli schemi, pensare quindi oltre i formati tradizionali e aprire gli occhi verso la potenza del Visual Storytelling.

Oltre il mondo del tradizionale content marketing, molte aziende spendono enormi quantità di tempo (e di risorse) nella produzione di white paper, eBook, case study, ma spesso ignorano l’importanza che possono avere le immagini che accompagnano quel contenuto testuale. Questo rappresenta il più grande errore che tu possa fare, basta considerare questi numeri:

  • il cervello umano elabora le immagini 60.000 volte più velocemente del testo;
  • i post con un visual hanno un engagement superiore del 180%;
  • i visitatori di un sito web trascorrono il 100% del tempo in più su pagine che contengono video.

Le parole che scrivi sono importanti, ma sono le immagini amplificano il valore del tuo contenuto e ti aiutano a farti notare nel mare degli altri migliaia di contenuti ricevuti da un utente. La realtà è che non basta scrivere dei contenuti in maniera brillante, gli utenti sono diventati incredibilmente bravi nel filtrare i contenuti. Se non catturi la loro attenzione in tre secondi o meno, le tue probabilità di riuscita vanno a diminuire notevolmente.

Amplifica i contenuti con il potere del Visual Storytelling

Offrire dei contenuti utili è incredibilmente importante, ma bisogna considerare l’inserimento del Visual Storytelling per renderle ancora più ricche con l’utilizzo di foto, video, infografiche. In questo modo hai la possibilità di attrarre più visitatori e fare in modo che restino più tempo sul tuo sito.

Ad esempio, poniamo il caso che tu abbia un foglio bianco che contiene un grande contenuto, ma l’engagement di questa pagina è molto basso. Non sarebbe meglio estrarre le informazioni più importanti e produrre un’infografica che fornisca un contenuto più coinvolgente e “snackable”. L’idea deve essere quella di comunicare il contesto, la pertinenza e la personalità; i valori della tua azienda meritano più di una pagina piena di parole, non trovi? Quindi la domanda è: come si possono utilizzare le immagini per migliorare il racconto della propria storia?

Infografica Visual Storytelling
Modello per impostare un’infografica

Un’immagine vale più di mille parole, vero? Pensaci, nel passato i nostri antenati comunicavano facendo dei disegni e raccontando visivamente delle storie sulle pareti delle grotte. Oggi sono i video, le foto e le infografiche! Ciò che è più importante nel Visual Storytelling è avere ben chiaro i propri obiettivi e realizzare una strategia di comunicazione. La narrazione ha sempre uno scopo. Ma tornando ai pilastri della comunicazione, lo scopo della narrazione è quello di informare, ricordare e persuadere.

Informa, fatti ricordare e persuadi con il Visual Storytelling

Informare il cliente circa il tuo prodotto dipende solo dalla cattura della sua attenzione. Oggi, siamo alla saturazione completa. Hai solo poco tempo prima che il cliente si annoi e passi al tuo competitor. Qui è dove il Visual Storytelling può essere di fondamentale importanza per sopravvivere. Con un obiettivo e una strategia solidi, puoi ottenere risultati importanti grazie alla narrazione visiva. Il cliente si sposterà dunque verso la fase informativa del pensiero.

Il paradigma del ricordo è: ricorda – avvia una conversazione – engagement: con la limitata attenzione dei clienti, l’obiettivo di essere ricordato da un utente sembra impossibile. Essere ricordato da un utente va oltre la mera attenzione, ci si muove verso l’engagement. Se l’obiettivo di un’azienda è quello di crescere e la strategia si basa sulla differenziazione, l’obiettivo della comunicazione sarà quello di creare conversazioni mentre la strategia di comunicazione sarà creata per aumentare l’engagement. Come risultato dell’avvio della conversazione, l’azienda può ottenere un engagement tale da essere ricordata, soprattutto grazie ai contenuti visivi. La ragione è scientifica: abbiamo ricordi migliori quando vengono impiegati più sensi. 

La persuasione è stata un elemento fondamentale dell’esistenza umana. Alla base della persuasione c’è il semplice atto di definire i vantaggi di un prodotto o di un servizio; convincere un utente va oltre l’engagement, ci si sposta verso l’influenza e l’azione. La persuasione è personale, in quanto gli utenti stanno mostrando un livello di fiducia quando scelgono di lasciarsi influenzare e di agire in base ad una richiesta specifica. Qui è dove il Visual Storytelling può essere particolarmente utile: può spiegare come un determinato prodotto aiuta a risparmiare denaro, tempo, guadagnare tranquillità. Questa opportunità di capire e studiare i vantaggi di un prodotto spinge l’utente a credere, fidarsi e diventare anche un brand ambassador. L’utente è a questo punto motivato ad agire. Tutto questo è impossibile senza una significativa esperienza di narrazione, radicata nel semplice atto della persuasione.

L’attuale contesto è maturo per ricevere messaggi che emergono dal mare di rumore a cui gli utenti sono sottoposti e che forniscono informazione, ricordano un brand o creano un’esperienza di un mercato di riferimento.

Vuoi imparare a realizzare una strategia di Visual Storytelling efficace?

Come avrai potuto capire da questo breve articolo, realizzare dei contenuti visivi che raccontando una storia e che esprimono i valori del tuo brand non è mai semplice. Creare una buona strategia di Visual Content Marketing richiede un’esperienza e delle competenze sul campo accumulate grazie alla realizzazione di strategie di successo. Al Visual Storytelling Days potrai avere la possibilità di imparare tutte le migliori strategie nel campo del Visual Storytelling dai più grandi esperti del settore.

Edizione 2016 Visual Storytelling Days

Questo evento è il luogo in cui la creatività incontra la comunicazione e dove accanto alle immagini vengono inseriti i dati che confermano il successo di alcune pratiche. Analisi, strategia, creatività, focalizzazione, narrazione e misurazione dei risultati: quando stai creando una strategia niente può essere lasciato al caso e i relatori dell’evento lo sanno davvero bene!

La creatività è inutile senza strategia, quindi non perdere l’occasione di imparare le best practies dai migliori. Il digital marketing visto con gli occhi di grandi professionisti, non vedi anche tu l’ora di ascoltarli? Io ci sarò, ti aspetto a Milano il 26 e 27 Maggio! 

Se vuoi ricevere il 30% di sconto sull’acquisto del biglietto, ti basta aggiungere il codice lettoriannette. Facile, no?